venerdì 29 luglio 2011

Paola Frizziero e la "Memoria Corta" del Web

Hanno postato una sua foto. Non so se l'iniziativa sia del blog in cui l'ho vista o se sia il prodotto di una catena di sant'Antonio...La sensazione è stata sgradevole. Non è una foto posata, sembra un'istantanea scattata mentre è tranquilla e rilassata, in compagnia. Pessimo/a chi ha fatto girare la foto, pessima la scelta di chi l'ha postata. Ormai, Paola si è conquistata almeno la credibilità di chi ha fatto ciò che aveva promesso di fare: è sparita dai media tre anni fa, ed è uscita dal tunnel del divertimento. E si è conquistata almeno il diritto di essere rispettata, il che è pura fantascienza  per i tristi soggetti che, a diverso titolo, hanno condiviso le sue avventure mediatiche e di vita. L'hanno trattata da folle paranoica e quasi ce l'hanno fatta diventare. Alla fine, aveva visto giusto lei: su tutto. Immancabilmente, sotto il post, sono spuntate le solite menti libere e profonde.  Ancòra a giudicarla, dopo quello che hanno visto. Si passa dagli apprezzamenti negativi sull'aspetto fisico alle sentenze lapidarie su di lei, ormai persona privatissima. Immatura, la definizione pù frequente ( e meno cruda). Tanto immatura che è riuscita a chiudere alle sue spalle la porta di un ambiente che la stava letteralmente distruggendo, un ambiente per restare nel quale  molti venderebbero la madre. Tanto immatura che, fra mille, umanissimi errori, ha rifiutato il superpacco che le fanatiche del web le volevano affibbiare, linciandola per non aver soddisfatto le loro fantasie amorose, arrivando ad augurarle perfino il cancro per averle deluse, per non aver "scelto" l'amico di Lele Mora. E ancòra sono là a giudicare, approfittando della memoria corta di certo web...

Mab.

2 commenti:

Giovanna ha detto...

Una delle persone piu' ingenue e genuine passate a "Uomini e Donne".Lei ci aveva creduto davvero....credeva che non tutto fosse marcio,ma si e' dovuta ricredere e dopo un periodo di smarrimento totale ha capito che il mondo televisivo e virtuale non faceva parte del suo essere.Cosi' e' sparita senza lasciare tracce.Non approvo che malgrado tutto ci sia ancora qualcuno che vada contro il suo volere e che ogni tanto pubblichi qualche foto della sua vita reale,ma e' lo scotto da pagare quando hai dato la tua vita in pasto ai media.Non si piomba mai nell'anonimato quando una gran fetta del pubblico ti ha conosciuto.Non sarai mai...nessuno.

lorè ha detto...

...E anche una delle più intelligenti, diversa, coraggiosa e per niente accomodante! solita solfa, soliti insulti, le persone si rispettano azzar!!! Che è, marchiata a vita per aver partecipato ad un gioco-programma? Che deve fà, morire così non potranno "immortalarla"? Anzi no, siccome la stupidità regna...si dirà...ah siiiiii la Paola quella "IMMATURA".
"PRAIVASI",sta sconosciuta......
Notte, Lorè.